Giardini d’Italia: il Parco dei Mostri di Bomarzo

Il nostro viaggio alla scoperta dei giardini d’Italia più belli inizia con un giardino molto particolare, il fiabesco e mitologico Parco dei Mostri di Bomarzo. In provincia di Viterbo, il parco di Bomarzo ospita statue e costruzioni di creature fantastiche e paurose, affascinanti e fiabesche…

parco_dei_mostri_di_bomarzoFra i giardini d’Italia più belli e sicuramente più particolari possiamo annoverare il Parco dei mostri di Bomarzo. Piccolo comune in provincia di Viterbo, nel cuore della Tuscia, Bomarzo era un comune dello stato pontificio ed è famoso oggi per ospitare il Parco dei mostri di Bomarzo, conosciuto anche con il nome di Sacro bosco di Bomarzo o semplicemente come ‘i mostri di Bomarzo’. Questo parco fu voluto da Vicino Orsini che affidò la sua costruzione agli architetti Pirro Ligorio e Jacopo da Barozzi da Vignola nel 1552, in onore della defunta moglie Giulia Farnese. Il parco dei mostri di Bomarzo non è il classico giardino all’italiana che era di moda al tempo di Vicino Orsini: al posto delle linee classiche e dell’ordine del cinquecento troviamo mostri e creature mitologiche senza regole prospettiche e senza un preciso filo conduttore che le unisca, una sorta di riproposizione di sogni, incubi, ricordi o immaginazioni di Vicino stesso. Camminando per il parco si possono incontrare il gigante, il drago, Proserpina, Nettuno, l’orco, la casa pendente e il tempio dedicato all’amore costruito dopo la morte di Vicino, e molte altre creature mitologiche e soprannaturali che hanno l’intento di stupire, meravigliare, spaventare il passeggiatore.  Il parco, dopo aver subìto un abbandono nel corso del tempo, è stato recuperato nel 1954 dalla famiglia Bettini che lo ha reso nuovamente visitabile per il pubblico riportandolo a nuova vita. Il giardino di Bomarzo può essere visitato tutto l’anno ed è raggiungibile con l’Autostrada del Sole uscendo a Orte o ad Attigliano. Per avere tutte le informazioni sul parco dei mostri di Bomarzo e sulle attrazioni al suo interno si possono consultare i siti del parco dei mostri e del sacro bosco di Bomarzo, entrambi con la versione in inglese.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *